sabato 12 giugno 2010

TAGESMUTTER: che cosa ne pensate?


Giovedì 3 giugno a Reggio Emilia si è svolto un convegno per spiegare chi è come lavora una "mamma di giorno": una nuova opportunità per mamme e bambini.

Come descritto dalla locandina del convengo che portete leggere cliccando qui "il servizio reso dalle "Tagesmutter" è da tempo diffuso nei paesi del nord Europa, ed in Italia si è sviluppato con caratteristiche specifiche soprattutto nella provincia Autonoma di Trento tramite l'attività sostenuta dalla Cooperativa sociale Tagesmutter del Trentino "Il Sorriso".

L’associazione DoMuS "intende promuovere su tutto il territorio nazionale una rete tra cooperative e associazioni di “Tagesmutter/Madri di giorno” che realizzano o che intendono attivare forme innovative di servizi alla persona, attenti alle esigenze educative degli utenti e delle loro famiglie".

Voi che cosa ne pensate?
.

3 commenti:

  1. abacoblu@gmail.com11 novembre 2010 12:45

    Ciao, mi chiamo Valeria, vivo a Pescara e qui in Abruzzo una legge che regolamenti le Tagesmutter non c'è ancora..spesso non si sa nemmeno di cosa si tratti..
    Io penso che ogni mamma debba stare tranquilla quando ogni mattina va a lavoro che i suoi piccoli sono in buone mani..e dall'altra parte tutte le baby sitter che lavorano spesso in nero, ma poi concretamente fanno un lavoro molto molto delicato (a tutti gli effetti sono seconde mamme), vedranno il loro lavoro riconosciuto e legalizzato!
    Le Tagesmutter offrono questa possibilità.
    Per questo motivo, da due anni, cerco di far conoscere questo servizio qui e ora sono felice di annunciare che il 3 dicembre 2010 ci sarà un Convegno per presentare questa bella realtà con la partecipazione di politici e mamme che hanno usufruito di questo servizio in altre regioni.
    Mi piacerebbe scambiare idee, consigli..come procede lì da voi?
    Incrociamo le dita per l'Abruzzo!!

    Ecco il blog che ho creato:
    http://tagesmutterabruzzo.blogspot.com/
    A presto. Buon lavoro.

    RispondiElimina
  2. Ciao Valeria, credo che anche qui siano poche le persone che conoscono la figura delle Tagesmutter... Magari è anche per questo che non ci sono altri commenti a questo post inserito da cinque mesi... Non ho aggiornamenti per la nostra zona; hai già visitato il sito dell'Associazione Domus?
    In bocca al lupo per il tuo lavoro e per il convegno del 3 dicembre. Aspetto aggiornamenti....! (Vorrei inserirmi tra i lettori fissi del tuo blog ma non ho trovato la casellina...; dov'è?). Ciao!

    RispondiElimina
  3. abacoblu@gmail.com24 novembre 2010 09:43

    Ciao Fiammetta, si ho visto ora la tua risposta.
    Sono nuova di Blogger..credo di essere riuscita solo ora a inserire la casellina per seguire il mio blog..prova un pò, poi fammi sapere.
    E' importante che la figura delle Tagesmutter diventi presto realtà..e che diventi un servizio complementare e pari ad asili e nidi, il servizio delle tagesmutter si basa proprio sulla flessibilità dell'orario da concordare con i genitori, quindi è davvero di aiuto..soprattutto di questi periodi che nessuno può concedersi di rinunciare al lavoro..ce la stiamo mettendo tutta, è tutto pronto per il convegno, che si terrà il 2 dicembre (sul blog la locandina), siamo felici a questo punto di presentare questa bella opportunità.
    Con la Domus ci siamo messi in contatto, grazie del suggerimento.
    Sentiamoci anche noi per ulteriori aggiornamenti, ciao ciao.

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.